Diari Personali

Ogni personaggio del gioco può scrivere il proprio diario, puoi leggerlo e conoscere la sua crescita, ma ricordati che ON GAME non puoi sapere cosa ha scritto!

DIARIO PERSONALE DI EMILY GALLAGHER

Interno Giorno.
Ore 12:00
Ufficio del consigliere.

Passi. 
Passi decisi.
Sguardi decisi.
Anima impreparata.


<Entra nello studio di Schneider facendo un leggero sorriso e alzando la mano, forse in segno di saluto un po goffo> Hey Doc!

<Si alza dalla scrivania e sorride andando incontro a Gallagher> Hey...<pausa> Comandante ?  sai che sono felice per te? ragazzina?

Anche io sono un po felice, si mettono tutti sugli attenti e io mi sento come quando segnavo due canestri da tre punti nella stessa partita <risponde guardandola> Passavo di qui...<dice poi> e..ti trovo libera?

Fortunatamente si, ti aspettavo domani a dire il vero ma se anticipi poi ho più tempo per le crisi vocazionali dei cadetti..<indica la poltrona> se vuoi...

Rimango in piedi..<risponde dopo qualche esitazione> L´ho baciata..<la guarda> di nuovo a distanza di tempo ma..l´ho baciata, era un discorso strano, sulle promozioni, sui trasferimenti e sui posti e le persone..<si azzittisce>

Mh...<rimane a guardarla riflessiva> e il soggetto immagino chi sia...non credo che per O´brien saresti corsa nel mio studio, vero? <sguardo calmo e tono altrettanto> UN discorso sulle strade da prendere, sulle decisioni, immagino che tu le abbia in un certo modo comunicato la tua? <alza appena le sopracciglia>

Era un discorso serio, me lo ero preparato, ma con lei non valgono perchè li smonta tutti, tutti...e mi da fastidio perchè non posso lasciarglielo fare con i miei sentimenti, stavolta no, non sono più quella cadetta stupida! <risponde>

No non lo sei, hai fatto un percorso, sono successe delle cose e altre ne stanno accadendo e altre ne accadranno, Emily <la guarda> ma dobbiamo capire se gli altri vogliono salire a bordo e fare con noi quel percorso o meno, non tutti hanno gli stessi tempi, le stesse scelte, la stessa strada, non credi?

Già, credo sia così <riflette> é tempo di affrontare le cose e capirle,vero? Sai ho pensato che voglio chiedere la custodia di Noèl, la patria potestà o come diamine si chama <borbotta> Se posso fare il comandante, se posso fare il primo ufficiale anche se spero di no, posso fare sua madre e suo padre? 


E´ una bella cosa sai? <sorride> mi piace questa tua decisione, la approvo. <sorride> Puoi fare quello che vuoi, puoi decidere quello che vuoi, hai un tuo bagaglio, sono successe delle cose Emily ma non sempre le cose negative portano solo cose negative, Usa quel bagaglio per cose buone, usalo con Noèl, con questo equipaggio se pensi di poter essere anche qui un padre e una madre per loro, per noi e..<pausa> usalo per Meredith ma attenta...non ferirla con il tuo eccessivo entusiasmo, ascoltala e cerca di capirla. Io credo che anche questo sia un discorso da affrontare, non per chiudere, solo per andare avanti..anche in quello. 

Oh no no no!<esclama> Calma! io posso farlo per Noèl, voglio farlo per lui e per Meredith...non pretendo nulla, non voglio nulla, ma l´ho baciata e nel bene o nel male devo renderle conto...per quanto riguarda il posto di primo ufficiale spero scelgano qualcun altro, sinceramente, ma se proprio devo non penso di poter fare più o meno schifo di altri...<china appena il capo, sospirando> Sicuramente non potrò essere madre e padre del primo stronzo che viene a piagnucolare. Siamo chiari.

Emily ! i termini! <la guarda> e per essere chiari, vengono a piagnucolare da me, non da te, tranquilla..<le lancia un occhiata> E non tutti sono poi così stronzi, suvvia..<breve cenno della mano> Ti sei convinta? chiudiamo questo capitolo?


Si <piccola esitazione> si chiudiamolo, via così...<prende un grande respiro> A volte mi manca..lei avrebbe saputo cosa dirmi sai? perchè lo so che lo sapeva, lei sapeva sempre tutto, sentiva sempre tutto e sempre prima di me.
A volte mi sento persa ma so anche che non sarei potuta andare a chiederle qualcosa, perchè la rispettavo.<mormora> 

Manca anche a me <annuisce> ma è giusto che sia così, è giusto che una parte di lei rimanga in te, tienila stretta...non farla andare mai via, ti ha insegnato molto più di quello che pensi, ti ha portato qui. Ora.<si alza abbracciandola> va e insegna a tua volta e non prendere i tuoi sottoposti per stronzi perchè lo verrò a sapere e ti picchierò male.Intesi? <si stacca guardandola> va ora..sparisci..<affettuosamente le da un bacetto prima di spintonarla>

<si lascia spintonare andando indietro, sorride annuendo> Oh ma non si può fare niente in sta cazzo di nave oh! ma che due palle! pure la psicologa mi sta sugli zebedei! ma chi mi ci ha portato, santo cielo! io volevo fare la rockstar! <cosi dicendo, esce>

Stupida cadetta! <sorride tornando alla scrivania e lavorando>

Emily Gallagher

Emily Gallagher

Data di nascita: 25/12/2239
Origine: Chicago - Sol III
Assegnazione: USS Genesis
Incarico: Primo Ufficiale