Diari Personali

Ogni personaggio del gioco può scrivere il proprio diario, puoi leggerlo e conoscere la sua crescita, ma ricordati che ON GAME non puoi sapere cosa ha scritto!

DIARIO PERSONALE DI RAAL TH'VELSHAR

ANNOTAZIONE SCRITTA

RIENTRO IN CAMERATA: RIFLESSIONI
6/7/66
Diciassette mesi e venticinque giorni all´Alba

"E´ tornato il nonno"
Bel modo di salutare un collega.. dannati ragazzini. 
Almeno hanno avuto la decenza di abbassare di un paio di gradi la temperatura dell´alloggio quando hanno saputo che la Flotta Stellare ha letteralmente attentato alla mia vita quando mi hanno spedito in una condizione climatica superiore ai quaranta gradi all´ombra..

Che forno quel maledetto pianeta ! Mai sofferto tanto il caldo, non so´ come ho fatto a non impazzire, nelle ore più afose non ero nemmeno in grado di muovermi, passando il tempo sdraiato su un brutto divano a tentare di stemperarmi con numerose sacche di ghiaccio applicate sul corpo.
Qui almeno ci sono una ventina di gradi in meno, e il mio organismo ringrazia.

Uff, non capisco perchè ridano così tanto quando parlo delle mie difficoltà. Ma alla fine mi fa piacere.. in fondo non è quello che sono ? Un "nonno brontolone", alle volte mi sento davvero ridicolo qui, con questi giovincelli sorridenti; tutti alle prese con le loro mansioni, i loro problemi legati ai servizi di bordo, le loro speranze in una carriera fulminea .



Link Immagine(Nota personale : Finalmente sono tornato nella mia pelle )


Forse avrei davvero dovuto accettare quell´incarico sulla USS Roma, farmi la grana di ufficiale della Flotta Stellare per i cinque anni richiesti e tanti saluti..
Ma se ripenso al perchè ho veramente rifiutato quell´incarico non me ne pento.

I ragazzi credono che sia un disaffezionato, scansafatiche che non apprezza il grado che avevo con la Guardia Imperiale, e che abbia deciso di farmi la vacanza quinquennale..

Glielo lascio credere, non sono tenuto a dare spiegazioni in merito.

Ma quando vedo giovani ufficiali come Kurosawa e sua moglie, che stanno cominciando a scalare la gerarchia, comprendo di aver fatto la scelta giusta.

Cinque anni sono pochi per alcuni, ma per chi è ancora molto giovane sembrano un eternità.. 
Una carriera messa in Stand By per ben cinque anni è un peso non indifferente da accettare. Avrei stroncato le aspettative di professionali di tutti i miei colleghi di sezione... costretti a prendere ordini da un ufficiale che appare dal nulla e che si prende l´incarico per cui stai tanto lavorando e a cui tanto agogni.. Senza contare il fattore che reputo da sempre il più importante tra tutti :

"Non importa il tuo grado, ma quanto riesci ad entrare in empatia con i tuoi sottoposti e riesci a farti rispettare, non solo come ufficiale, ma come persona. Allora ti seguiranno persino dentro un vulcano in eruzione"

Se fossi giunto dal nulla mi avrebbero ubbidito ? Sicuramente. Con entusiamso ? Ne dubito fortemente. Ci sarebbero stati sicuramente dei dissapori, proprio per la questione della carriera..

Naaa, mi sarei sentito davvero un "ti" (verme come lo chiamano gli umani) 
Invece preferisco lasciare che siano loro a sbrogliare la matassa.. è quello per cui si sono arrualti, e quello per cui lottano al fine di ottenere l´incarico agoniato.

Io faccio il mio. Prendo i miei ordini, e le mie iniziative... magari di tanto in tanto dò consigli.. Se sono furbi potrebbero imparare due o tre trucchetti da questa vecchia guardia, ma almeno la loro carriera non ne risentirà per colpa di quella stramaledetta burocrazia di annoiati.  


FINE ANNOTAZIONE


Link Immagine

Raal Th'Velshar

Raal Th'Velshar

Data di nascita: 13/1/2225
Origine: Lor'Tan; Andoria
Assegnazione: USS Genesis
Incarico: