Diari Personali

Ogni personaggio del gioco può scrivere il proprio diario, puoi leggerlo e conoscere la sua crescita, ma ricordati che ON GAME non puoi sapere cosa ha scritto!

DIARIO DI PETER

Data Stellare 29.05.2269

Uhm… turni volontari al compattatore rifiuti… forse sto davvero crescendo… insomma… boh… ma non sembrano così orribili, anche se dopo un giorno… beh fanno schifo.

Piagnucolerò… piagnucolerò così tanto che Julia non dormirà la notte dai sensi di colpa… ma solo perché sono dispettoso… non perché sto davvero male… insomma come potrei stare male davvero per una sciocchezza simile? -e Julia lo sa… lo sa che piagnucolo solo perché sono dispettoso…ne sono fin troppo sicuro- E poi... non sono davvero tremendi… e non perché Julia ha fatto in modo che mi offrissi volontario… ma semplicemente perché lo schifo vero l’ho già visto. Quello che… quello che fa davvero paura. Da quando mi sono imbarcato sulla Genesis l’ho visto fin troppe volte.

Quando… quando ho pensato di dover tornare all’Ammasso Rottens… me la sono fatta sotto come poche volte. E non perché quel posto avrebbe davvero potuto rivelarsi un pericolo, ma perché a quanto pare… nonostante mi sia impegnato per superare tutta quella storia… beh… quella storia ha lasciato il segno e forse… insomma, forse non ho superato proprio niente. Chissà quante cose mi sono successe, credo di aver superato.
E poi boh… a prescindere da tutto… la vita fa un po´ schifo.

E non perché nonostante sia un ufficiale della flotta continuo a combinare guai e guadagnare punizioni… non a causa di tutte le cose un po´ troppo brutte che mi sono capitate… non a causa di ammiragli brontoloni… ma… semplicemente perché… a volte la vita fa un po´ schifo e basta. 

E per quanto io posso sembrare immaturo… in realtà l’ho capito. L’ho capito che se la vita fa un pò schifo non è proprio tutta colpa mia. 

Magari un po´ lo è, ma a volte succede e basta. E forse è per questo che continuo a piagnucolare e fare dispetti. Non lo so e neanche importa.
Ma ho capito una cosa… per quanto tu sia probabilmente il più intelligente della famiglia Ian… anche più intelligente di mamma e papà… non riusciresti a farmi sentire così bene… neanche se tu risolvessi i miei problemi più grandi….quanto riuscirebbe Hanna con un semplice abbraccio.

Perchè a volte non possiamo trovare soluzioni ai problemi, ma tutto quello che serve è esserci. Esserci e stare lì… senza dire una parola, ma facendo capire tutto quanto con la semplice stretta di un abbraccio che ti toglie il respiro per un secondo… solo perché ti deve mancare il fiato per capire quanto ti vogliono bene.

Uhm… forse mi sono rammollito e basta. Non lo so… più scrivo più penso che tenere un diario sia stupido. Ma non so perché… a volte sento il bisogno di scrivere qui.

Peter Acker

Peter Acker

Data di nascita: 31.03.2241
Origine: Chicago, Stati Uniti
Assegnazione: USS Genesis
Incarico: Addetto alla Scorta

Altri file dal diario di Acker

Inserito il 29.05.2269 - 02:56:05

Altri diari