Libro dei racconti

In questa sezione puoi leggere le nostre ultime 4 avventure (quest) in forma di racconto. Il Libro dei racconti è scritto dai master che hanno organizzato la quest.
L'intento è quello di permettere a chiunque si connetta di avere un riassunto della situazione di bordo, senza dover leggere tutti i rapporti che molto spesso contengono i dati ma non i punti salienti della quest.
Ovviamente all'interno del gioco, nella sezione on, si potranno leggere anche i rapporti per avere maggiori dettagli.

4.01 - LA MINACCIA IMPERIALE

27-10-2017

Riferimenti
Minimaster: Thoran
Master di supporto: McDuff/Nivaa

Rapporti:
[4.01] MISSIONE DI RICERCA USS MARIE CURIE

Data di inizio: 16/10/2017
Data di fine: 02/11/2017


27-10-2017

LA MINACCIA IMPERIALE

Capitolo 1

"Ma non dovrrrebbe esserrrre niente perrr voi"


Erano giorni di vacanza per l´equipaggio, una sosta prolungata sul SOL III era quello che ci voleva dopo gli ultimi avvenimenti, dopotutto gli animi erano ancora scossi per la perdita del Tenente Comandante zh´Faira Rhela Shrea. Improvvisamente, dal comando, giunse un ordine: la U.S.S. MARIE CURIE NCC 1556 è scomparsa, andate ed investigate.
Così, la U.S.S. GENESIS NCC 1912 ed il suo equipaggio, al comando del neo Capitano Douglas McDuff, la sera del 16 ottobre si preparò ad abbandonare il paradiso della Federazione. Una chiamata pervenne dal comando.



Ammiraglio Wrreth

L´Ammiraglio Wrreth comparve sullo schermo della plancia. Sembrava tranquillo, come se la nuova missione affidata all´equipaggio fosse quasi di routine: "Ma non dovrrrebbe esserrrre niente perrr voi" furono le sue ultime parole. Infine, dopo aver fornito ulteriori dettagli sulla missione, un saluto e la comunicazione fu chiusa. Finalmente la Genesis partì alla volta del sistema EK-493, ultimo luogo conosciuto della nave scomparsa.


03-11-2017

Capitolo 2
L´anomalia



Vista del sistema EK-493


"E´ incredibile" commentò, scioccato, il Guardiamarina Akira Kurosawa osservando il panorama che lo schermo aveva da offrire: la kilonova provocata dallo scontro di due stelle di neutroni.

Poco dopo, su ordine del Capitano Douglas McDuff, l´equipaggio iniziò la ricerca della nave scomparsa mentre nel frattempo, i curiosi scienziati, iniziarono a studiare l´anomalia osservando la creazione di svariate microfratture nel subspazio. Passò del tempo prima che fu trovato solo un frammento. Una singola paratia recante la "E" del nome della nave. Tutto faceva presupporre che l´equipaggio della Marie Curie fosse spacciato, poi l´impensabile: una frattura nel subspazio inizio ad attirare a se la Genesis, inghiottendo la nave in un pozzo senza fondo.

La nave, con il suo equipaggio, attraversarono l´anomalia. Da una tranquilla missione si erano ritrovati in un inferno: responsi di feriti e morti giungevano incessanti dai ponti, esplosioni continue percuotevano la Genesis, il nucleo perdeva rifrigerante, il Guardiamarina DeRuyter sbalzato via dall´esplosione della sua consolle. Sembrava la fine, poi l´uscita dal tunnel.

Infine la prima domanda, ovvia, fu posta "Dove siamo?" e solo dopo qualche istante la risposta fu data "Siamo oltre il confine Klingon".