Federation Blog

Il notiziario "off game" di Star Trek Genesis. Qui parleremo di tutto ciò che riguarda Star Trek e il gioco in generale.
Per commentare devi essere un utente registrato. Puoi commentare dalla sezione OFF del CDB

STAR TREK DISCOVERY S3E07 - NI'VAR

28-11-2020



ATTENZIONE CONTIENE SPOILER

Se non hai visto ancora le ultime puntate di Star Trek Discovery non leggere.

Stagione 3 episodio 7 - Unificazione III


Quante volte nelle nostre esperienze di “affabulatori” seriali, di appassionati di saghe, ci siamo posti la fatidica domanda “e se invece le cose andassero in un altro modo?”.

In questo caso, io, come penso molti trekkers sparsi in tutto il mondo, ci siamo chiesti almeno una volta: “E se i vulcan ed i romulani non si fossero mai divisi?”, oppure: “E se i vulcan ed i romulani tornassero insieme?”.

Alla prima delle due domande possiamo rispondere (almeno per il momento), con la fantasia. Sparsi per la rete si trovano romanzi “fan-made” che paventano tale ipotesi ed io stesso, nella mia vecchia carriera da master, avevo portato in Genesis un’esperienza del genere, durante un’avvincente (e non priva di conseguenze), questona di fine stagione ormai tanti anni fa. La Base Stellare 201 fu trascinata in un universo alternativo da una misteriosa energia, portando con sé tutte le navi ad essa ormeggiate, tra cui una nave romulana, nel bel mezzo delle trattative per il cosiddetto Trattato di Nimbus III, che prevedeva, finalmente, un’alleanza stabile tra Federazione, Impero Klingon ed Impero Stellare Romulano.

Fu un’esperienza appassionante, nella quale i personaggi (soprattutto Federali e Romulani, in quanto i klingon all’epoca non erano una fazione giocante), si ritrovarono in un contesto allo stesso tempo verosimile ma completamente diverso da quello conosciuto: gli Umani non esistevano (o non esistevano più), i romulani non si erano mai separati dai vulcaniani, in quanto la filosofia di Surak non aveva preso il sopravvento e pertanto erano una specie abbastanza diversa da quella che conosciamo, avendo sviluppato una forma di autocontrollo completamente diversa da quella della Logica. Non erano simili nemmeno ai romulani, in quanto comunque aperti alla conoscenza esterna, seppur piuttosto aggressivi, soprattutto con le specie telepatiche. Fu una bella esperienza per tutti, cimentarsi con i loro “doppi” e scoprire, ad esempio, che i Trill erano una sorta di matriarcato governato da un’oligarchia di Principesse Unite, o che i Caitiani ed altre specie avevano deciso di aggregarsi in una specie di Federazione a scopi difensivi per contrastare la preponderanza dei Vulcaniani da un lato, e dei Klingon dall’altro. Ma questa è una storia narrata tanto tempo fa.

Per quanto riguarda la seconda domanda, già nella storia delle serie Trek di tanto in tanto è emersa la voglia sia da parte di alcuni vulcan sia da parte di alcuni romulani di una riunificazione, vuoi per interesse politico, vuoi per motivazioni logico-etiche. Se ne trova ampia traccia in Enterprise, in The Next Generation ed in alcuni film.

La stura per arrivare a Ni’var, lo spunto essenziale, è stato sicuramente quanto visto nel fumetto “prequel” delle tre pellicole abramsiane, ma soprattutto le sue conseguenze nella linea temporale classica, ovvero la serie Picard. In questa serie larga parte della narrazione ruota attorno alla ricerca di una nuova casa da parte dei romulani dopo il disastro dell’esplosione del loro pianeta e quindi del conseguente collasso del loro impero. Parte di essi ancora risentiti con la Federazione per aver, secondo il loro punto di vista, permesso la catastrofe, parte invece più “propensa” al dialogo. E deve essere stata proprio quest’ultima parte a prevalere nei secoli, se nel tempo in cui si svolgono le vicende della terza stagione di Discovery un’effettiva riunificazione si è svolta, anche se, a quanto pare, non è andata come ci saremmo aspettati, o come si sarebbe aspettato il buon Spock/Nimoy.

Ni’var: ritroviamo un Vulcano integro fisicamente, ma completamente frantumato nella sua identità, in cui sopravvivono le usanze tradizionali vulcaniane ma si sono innestate su altre esperienze, apportate dai romulani. Apparentemente divisi, isolati e autocastigatisi per essere, secondo il loro punto di vista, la causa del Grande Fuoco, ritroviamo gli abitanti di Ni’var suddivisi in tre grandi gruppi, che, da quello che abbiamo potuto apprezzare, si sono stabiliti anche in diverse aree del pianeta: i vulcaniani tradizionalisti, i romulani ed i vulcan-romulani.

E così, dopo aver visitato un altro dei mondi trek che amo particolarmente, Trill, anch’esso molto cambiato, Discovery ci porta in “quello che potrebbe essere diventato” Vulcano dopo circa mille anni.

Anche in questo caso, molte considerazioni politiche, che in Star Trek non mancano mai: una nazione che decide di autoisolarsi e che si consuma nelle diatribe interne mentre tutto intorno va a fuoco, è o non è un tema di grande attualità?

Qui e lì sul web si ritrovano recensioni e pareri contrastanti su quanto visto, eppure trovo che la terza stagione di Discovery sia qualcosa di assolutamente stimolante.

A me personalmente questa stagione lascia con l’amaro in bocca ma anche con un velato ottimismo per l’enorme potenziale di Star Trek quando gli sceneggiatori decidono di “andare avanti”.

Tibo Tchaka Persyn

Tibo Tchaka Persyn

Data di nascita: 06.06.2240
Origine: Johannesburg
Assegnazione: USS Genesis
Incarico: