Diari Personali

Ogni personaggio del gioco può scrivere il proprio diario, puoi leggerlo e conoscere la sua crescita, ma ricordati che ON GAME non puoi sapere cosa ha scritto!

DIARIO PERSONALE DI CONNOR MACLEOD

Data Stellare 12.05.2263

Eccoci qui, a bordo di una delle navi stellari più avanzate della flotta stellare, ad anni luce di distanza dalla Terra, "là, dove nessun uomo è mai giunto prima"... mpf, zia Elisa riderebbe di gusto se solo osassi confessarle che tutto questo non mi esalta per nulla ormai, sarà per l'accademia, o sarà per la situazione di bordo che mi si è presentata davanti, ma questa non sembra la classica situazione "esaltante"; La nave è ferma nel sistema denobulano da quando sono arrivato a bordo insieme agli altri cadetti, e la vita di bordo comincia a scorrere lentamente: esercitazioni, simulazioni, addestramenti...insomma, tutto nella norma.
Ho cominciato anche a conoscere parte dell'equipaggio, frà cadetti ed ufficiali, ed ho iniziato anche il mio servizio come "cadetto in prova"...divertente, dato che siamo in pochi a bordo, come cadetti, ad avere reale interesse al servizio attivo: frà questi ho conosciuto un cadetto della sezione ingegneria, un certo Tobie Waters, mi pare, che sembra piuttosto competente, ed affidabile: sembra una brava persona; Frà le brave persone, ho conosciuto due dei miei diretti superiori: Il tenente Elianson, primo ufficiale tattico, ed il tenente Jg Harris... gentili, competenti, e comprensivi, e...non so se siano voci, o solo mie impressioni...ma credo che frà i due ci sia qualcosa di più, ma credo che forse dovrei pensare ai fatti miei piuttosto che alla vita privata altrui...

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Che scemo che sono, alle volte mi torna in mentre New York, e la sera che le dissi che sarei tornato in accademia e che sarei partito per lo spazio a bordo di una nave stellare, mentre magari avrei potuto restare li ed avere una vita tranquilla: ma ormai è tardi per i ripensamenti: eh già...ormai lei è andata, pazienza: preferisco stare nello spazio...la forza d'attrazione gravitazionale della Terra non catturerà mai il mio cuore...

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Zio Roger mi ha spedito una foto in alta definizione dello spazioporto visto dal suo shuttle...forse credeva mi avrebbe aiutato a sentirmi a casa...



Altri file dal diario di

Altri diari